menu di scelta rapida

background image

torna al menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

Creazione del network PORTA FUTURO, sviluppo del relativo format e dei servizi di supporto necessari

Dall’estensione su scala regionale di un progetto pilota avviato dalla Provincia di Roma, nasce su tutto il territorio un nuovo network regionale di luoghi e servizi per l’orientamento, la formazione, l’incontro tra domanda e offerta di lavoro che accompagnerà la riforma e il rilancio degli attuali Centri per l’Impiego. 

A CHI E’ RIVOLTO

Ai ragazzi (14-17 anni) e ai giovani (18–29 anni), a disoccupati, occupati, donne, cittadini stranieri e imprese.

PERCHE’

La Regione vuole creare il network Porta Futuro su tutto il territorio regionale per superare il vecchio modello dei Centri per l’impiego e favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro predisponendo un’offerta integrata di formazione breve, orientamento personale e alla professione, orientamento di secondo livello.

Per questo realizzeremo una rete di centri orientati all’empowerment dei cittadini e delle imprese, omogenei negli standard e nelle modalità di accesso e in grado di offrire su tutto il territorio laziale i medesimi servizi, con una diversificazione mirata alle specifiche esigenze delle realtà produttive locali.

COME FUNZIONA

La rete di Porta Futuro diffonde dati e opportunità, nonché moduli di formazione a distanza (assistenza nella redazione del curriculum vitae, preparazione ai colloqui di lavoro e seminari motivazionali) e organizza la sua offerta per ottenere la massima integrazione con gli altri servizi pubblici di settore, in particolare con quelli destinati all’assistenza sociale e perseguendo il confronto con le università e le realtà imprenditoriali e associative del territorio.

Dovrà inoltre realizzare un format concreto per facilitare la predisposizione e l’organizzazione degli spazi interni delle strutture che comporranno la rete dei centri e potenziare il portale internet centrale per i servizi on line per i cittadini, separando la gestione delle pagine web territoriali, affidata alle Porta Futuro locali, da quelle del portale regionale, curata da una equipe centrale. Nel tempo, attivare moduli sperimentali e nuovi servizi rivolti alle imprese, come la consulenza per la predisposizione delle domande di partecipazione ai bandi pubblici.

La realizzazione del Network è articolata nelle seguenti fasi per una piena entrata a regime dei servizi sull'intero territorio regionale: progettazione esecutiva con una durata di 3 mesi; attuazione nodi principali del Network con la realizzazione delle sedi provinciali (inclusa attivazione eventuali procedure di evidenza pubblica per affidamento servizi connessi) con una durata di 12 mesi; completamento del sistema, con la messa in rete dell'insieme di strutture/operatori integrativi/complementari per la realizzazione dei servizi a livello capillare sul territorio regionale con una durata di 8 mesi.  

FONTI DI FINANZIAMENTO
BILANCIO REGIONALE POR FESR
2014-2020
POR FSE
2014-2020
PSR
2014-2020
Fondo Sviluppo e Coesione
2014-2020
ALTRE RISORSE
    x