menu di scelta rapida

background image

torna al menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

Stato di attuazione del Programma

 

PRIMO INTERVENTO ATTUATIVO DEL PROGRAMMA LAZIO 30 MEGA

Il primo intervento attuativo del Programma LAZIO 30MEGA prevede la realizzazione dell’infrastruttura di banda ultralarga per 23 Comuni del Lazio entro la fine del 2015.

Per la realizzazione dell’intervento è stata bandita una gara da parte di Infratel Italia, società in-house del Ministero dello Sviluppo Economico, per la concessione di un contributo pubblico per un progetto di investimento per la banda ultralarga nel territorio della regione Lazio (GURI n. 89 del 6 agosto 2014 – 5° Serie Speciale – Contratti Pubblici).

La gara ha riguardato la concessione del contributo pubblico agli operatori privati – attraverso il “Modello C Incentivo” previsto dal regime d’aiuto n. SA.34199 (2012/N) - per realizzare la banda ultralarga nei 16 comuni del Lazio che hanno il maggior numero di unità immobiliari tra quelli previsti dall’intero Programma (cioè i 336 Comuni definiti “Aree Bianche” del territorio regionale), fino ad esaurimento del finanziamento disponibile.

Le risorse messe a disposizione ammontano a 15 milioni di euro, di cui:

  • 10 milioni a valere sul POR FESR 2007/2013 (e, in caso di completamento successivo alla data del 31/12/2015, a valere anche in parte sulle coperture a carico del bilancio comunitario e nazionale per il POR FESR 2014/2020);

  • 5 milioni relativi alle risorse FAS liberate ai sensi del “Secondo Atto Integrativo all’Accordo di Programma per lo sviluppo della banda larga sul territorio della Regione Lazio”.

La gara è stata aggiudicata il 26 gennaio 2015 a Telecom Italia S.p.A.: rispetto ai 16 Comuni messi a bando, l’operatore ha assicurato, come elemento migliorativo dell’offerta, la copertura di ulteriori 7 Comuni. Pertanto, entro dicembre 2015, con la conclusione di questo primo intervento, 23 Comuni del Lazio saranno dotati di connessione a banda ultralarga a 30Mbps.

La dimensione totale dell’investimento è di 21.689.000 euro; il contributo richiesto è di 14.964.222 euro, pari al 70% del totale delle spese ammissibili.

La realizzazione dell’opera sarà conclusa in 11 mesi dalla contrattualizzazione (si stima la chiusura entro il 2015).

 

Elenco dei Comuni oggetto del primo intervento attuativo

  Comune Provincia Popolazione Unità Immobiliari Edifici
1 Ardea Roma 42.023 25.236 11.217
2 Ladispoli Roma 39.867 19.547 3.958
3 Santa Marinella Roma 17.976 13.931 3.606
4 Sezze Latina 21.367 8.313 5.512
5 Alatri Frosinone 23.543 8.258 6.587
6 Fonte Nuova Roma 26.127 7.795 2.504
7 San Felice Circeo Latina 6.856 7.793 4.973
8 Ariccia Roma 18.469 7.097 3.142
9 Montalto di Castro Viterbo 6.600 6.716 1.454
10 Mentana Roma 20.714 6.040 2.585
11 Zagarolo Roma 17.753 5.936 4.488
12 Vetralla Viterbo 12.991 5.647 3.358
13 Civita Castellana Viterbo 14.666 5.326 2.013
14 Anguillara Sabazia Roma 17.485 5.272 2.768
15 Fiuggi Frosinone 9.583 5.211 2.744
16 Veroli Frosinone 13.857 5.108 4.273
17 Priverno Latina 12.536 5.042 3.460
18 Montefiascone Viterbo 12.767 5.019 3.666
19 Anagni Frosinone 13.439 4.965 2.549
20 Artena Roma 13.967 4.770 3.522
21 Rocca Priora Roma 12.078 4.482 3.131
22 Lariano Roma 13.058 4.034 3.463
23 San Cesareo Roma 12.464 3.357 2.424
      400.186 174.895 87.397

 

SECONDO INTERVENTO ATTUATIVO DEL PROGRAMMA LAZIO 30 MEGA

Il secondo intervento attuativo riguarderà la realizzazione delle infrastrutture per la banda ultralarga in 20 ulteriori comuni del Lazio.

E’ stato previsto in questo caso l’utilizzo del Modello A ad investimento diretto; i territori oggetto dell’intervento sono i 20 Comuni con il maggior numero di unità immobiliari tra quelli rientranti nelle aree rurali (Cluster D) all’interno del totale delle 336 “Aree Bianche” del Lazio, al netto dei Comuni già raggiunti con il primo intervento attuativo.

Le risorse per la realizzazione del secondo intervento, concesse dalla Regione Lazio al Ministero dello Sviluppo Economico, ammontano a 10 milioni di euro a valere sul Programma di Sviluppo Rurale del Lazio 2007-2013 (Misura n. 321, Azione C) e, in caso di completamento successivo al 31/12/2015, per la parte rimanente a valere sulle coperture a carico del Programma di Sviluppo Rurale del Lazio 2014-2020.

La gara è in corso di espletamento. La conclusione dell’intervento è prevista per la fine del 2016.

 

Elenco dei Comuni oggetto del secondo intervento attuativo

  Comune Provincia Popolazione UI Edifici
1 Fiano Romano Roma 12.062 2.843 1.389
2 Santi Cosma e Damiano Latina 6.013 2.736 2.201
3 Campagnano di Roma Roma 8.767 2.671 1.372
4 Castelnuovo di Porto Roma 8.142 2.667 1.212
5 Capena Roma 9.109 2.558 1.417
6 Manziana Roma 6.411 2.525 1.630
7 Sant'Elia Fiumerapido Frosinone 5.917 2.477 1.864
8 Arce Frosinone 4.601 2.380 2.021
9 Supino Frosinone 4.972 2.320 2.088
10 Genazzano Roma 5.436 2.258 899
11 Riano Roma 9.273 2.258 1.341
12 Ceprano Frosinone 5.610 2.201 1.270
13 Arcinazzo Romano Roma 1.453 1.933 786
14 Gallicano nel Lazio Roma 4.732 1.758 1.027
15 Roccasecca Frosinone 3.850 1.736 1.505
16 Sermoneta Latina 6.217 1.628 1.214
17 Ripi Frosinone 4.366 1.566 1.451
18 Patrica Frosinone 2.811 1.509 1.247
19 Fontana Liri Frosinone 3.002 1.448 1.015
20 Capodimonte Viterbo 1.637 1.255 568
      114.381 42.727 27.517

 

ESTENSIONE DEL PIANO BANDA ULTRALARGA DELLA REGIONE LAZIO

In piena coerenza con gli obiettivi fissati dall’Agenda Digitale Europea, con il Piano Nazionale per la Banda Ultra Larga e con la Strategia Nazionale per la Crescita Digitale, la Regione Lazio si propone, oltre all’obiettivo di portare la connettività a 30Mbps a tutto il territorio del Lazio, anche quello di offrire la banda ultralarga a 100Mbps al 50% della popolazione e a tutte le sedi delle Pubbliche Amministrazioni del territorio regionale, compresi i plessi scolastici e le strutture sanitarie pubbliche.

L’obiettivo della connettività a 100Mbps per il 50% della popolazione laziale sarà realizzato con le risorse della nuova programmazione europea, mediante la predisposizione dei prossimi interventi attuativi, con la collaborazione di Infratel Italia e di Lait SpA.

Si prevede di completare l’intera opera di infrastrutturazione (connettività a 30Mbps per tutto il Lazio e a 100Mbps per il 50% della popolazione) entro il 2020.