menu di scelta rapida

background image

torna al menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

Bandi

10/01/2017

PSR FEASR, 6,5 milioni di euro per l’ammodernamento delle strutture e l’introduzione di tecnologie innovative

PSR FEASR, 6,5 milioni di euro per l’ammodernamento delle strutture e l’introduzione di tecnologie innovative

Ammonta a complessivi 6,5 milioni di euro la dotazione finanziaria dell’avviso pubblico PSR FEASR 2014-2020 per la Misura 4.1.4 destinata a “Investimenti nelle singole aziende agricole per approvvigionamento/utilizzazione di fonti energia rinnovabili, sottoprodotti, materiali di scarto e residui e materie grezze non alimentari”, tramite la realizzazione di impianti per la produzione e distribuzione di energia da fonti rinnovabili usando biomasse, con esclusione di quelle ad uso alimentare, e altre fonti di energia rinnovabile, destinate alla produzione di energia elettrica e/o calore.

Gli obiettivi perseguiti dall’avviso riguardano in particolare:

  • il potenziamento della redditività e della competitività delle aziende agricole e le competitività dell’agricoltura in tutte le sue forme;
  • la promozione di tecniche innovative per le aziende agricole e la gestione sostenibile delle foreste;
  • l’incentivazione all'uso efficiente delle risorse e il passaggio ad un’economia a basse emissioni di carbonio intersecando le focus area e resiliente al clima nel settore agroalimentare e forestale;
  • il miglioramento delle prestazioni economiche di tutte le aziende agricole tramite la ristrutturazione e l’ammodernamento, nonché la diversificazione delle attività;
  • la promozione all'approvvigionamento e all'utilizzo di fonti di energia rinnovabili, sottoprodotti, materiali di scarto, residui e altre materie grezze non alimentari ai fini della bioeconomia;
  • la riduzione le emissioni di gas a effetto serra e di ammoniaca;
  • l’incentivazione degli investimenti a supporto della competitività e dell’innovazione;
  • il recupero e la valorizzazione dei sottoprodotti e degli scarti dell’agricoltura, della selvicoltura e dell’industria alimentare;
  • lo sviluppo delle bioenergie con l’adozione dei sistemi a basse emissioni di sostanze inquinanti e limitando la sottrazione di suolo agricolo.  

Destinatari dell’avviso sono gli agricoltori attivi singoli o associati in possesso dei requisiti di cui all’articolo 9 del Reg. (UE) n. 1307/2013 (per la definizione della figura di “agricoltore attivo” si fa riferimento ai decreti ministeriali attuativi del primo pilastro della Politica Agricola Comune (PAC) e delle relative circolari esplicative emanate dall’AGEA Coordinamento) e, limitatamente alla realizzazione di “investimenti collettivi" le “Associazione di agricoltori”, in qualità di soggetti capofila.

Il contributo massimo previsto per ciascun progetto ammonta a 3 milione di euro che dovranno essere impiegati per l’installazione di:

  • pompe di calore a bassa entalpia, ovvero quelle che sfruttano lo scambio termico con il sottosuolo;
  • impianti di micro - cogenerazione/trigenerazione alimentati a biomassa;
  • sistemi intelligenti di stoccaggio di energia termica ed elettrica, quali ad esempio accumulatori)
  • solare fotovoltaico;
  • solare termico;
  • microeolico.

Sono ammissibili esclusivamente impianti con un potenza massima di 200 kW.

La domanda di sostegno dovrà essere presentata entro il 20 febbraio 2017 ed effettuata esclusivamente mediante apposita procedura informatica, accessibile via Internet, utilizzando le funzionalità on-line messe a disposizione dall’Organismo Pagatore (AGEA) collegandosi al portale SIAN al seguente indirizzo: http://www.sian.it, accedendo all’area riservata, previa registrazione e secondo le modalità definite nell’apposito Manuale Utente, predisposto dallo stesso SIAN, e pubblicato su questo sito nella sezione “PSR FEARS” - sottosezione “Sistema Informativo”.

Per poter richiedere le credenziali di accesso all’applicativo per la presentazione delle domande di sostegno è necessario compilare l’apposito modulo di richiesta disponibile su questo sito, convertirlo in PDF e firmarlo digitalmente. Il file firmato digitalmente dovrà essere trasmesso via PEC all’indirizzo agricoltura@regione.lazio.legalmail.it.

Si comunica che il termine ultimo per la presentazione delle deleghe relative ai bandi in scadenza il 20 febbraio 2017 è fissato alle ore 23:59:59 del 13 febbraio 2017. Le richieste inviate oltre tale limite saranno respinte, fatte salve le richieste effettuate come integrazione documentale di richieste pervenute entro la scadenza prevista, per le quali la Regione Lazio ha comunicato al tecnico un esito negativo.

Per ulteriori informazioni:

Dirigente Roberto Aleandri - tel. 06.51688153 - email raleandri@regione.lazio.it

Paolo Pandolfi - 065168 8086 - ppandolfi@regione.lazio.it

Aree Decentrate Agricoltura:

ADA Frosinone dr Angelo Leonelli - tel. 0775851670 - email angeloleonelli@regione.lazio.it

ADA Latina dr Luciano Massimo - tel. 0773480016- email lmassimo@regione.lazio.it

ADA Rieti dr Amadio Lancia- tel. 0746264600 - email alancia@regione.lazio.it

ADA Roma dr.ssa Lina Selva - tel. 0651686615 - email lselva@regione.lazio.it

ADA Viterbo dr Giovanni Carlo Lattanzi tel. 0761298602 email gclattanzi@regione.lazio.it

 

Documentazione di riferimento

TROVA IL TUO BANDO

RICERCA AVANZATA