Fondo Futuro, differita al 3 maggio l’apertura della finestra annuale

Il bando concede piccoli finanziamenti a tasso agevolato a microimprese e a liberi professionisti. La Sezione Speciale Liquidità Sisma è dedicata alle imprese operanti nell’Area del Cratere Sismico
Fondo Futuro, differita al 3 maggio l’apertura della finestra annuale

La Regione Lazio ha differito al 3 maggio 2018 l’apertura della finestra annuale dell’Avviso pubblico Fondo Futuro.

La decisione è stata presa perché il numero di domande presentate per l’annualità 2017 è molto elevato ed è in via di definizione l’attività di valutazione.

Cosa prevede il bando

Fondo Futuro prevede l’erogazione di piccoli finanziamenti (a tasso agevolato) alle microimprese e ai liberi professionisti che hanno difficoltà ad accedere al credito bancario.

L’ambito dei soggetti prioritari è stato ampliato con l’inserimento delle donne.

Parallelamente, la Regione Lazio ha creato una specifica Sezione Speciale Liquidità Sisma, dedicata all’erogazione di finanziamenti a tasso zero a copertura delle esigenze di liquidità delle imprese operanti nei 15 Comuni del Lazio ricadenti dell’Area del Cratere Sismico.

Per saperne di più

Vai alla pagina dedicata al bando.

Vai alle ultime notizie di POR FSE
Vai a tutte le notizie di Lazio Europa