menu di scelta rapida

background image

torna al menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

Valutazione

Il PSR 2014-2020 Lazio rientra nell'ambito di applicazione della procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) (D. Lgsl. 152/2006 e ss.mm.ii.). Scopo della VAS è assicurare che gli aspetti ambientali siano debitamente considerati già nelle fasi di elaborazione e successiva approvazione degli strumenti di pianificazione e programmazione destinati ad avere effetti significativi sull'ambiente, in modo da garantire il massimo livello di protezione e sostenibilità ambientale. 

Valutazione Ambientale Strategica del PSR FEASR Lazio 2014-2020

Secondo quanto previsto dalle disposizioni vigenti (artt. 67, 68, 76-79 del Regolamento (Ue) n. 1305/2013 del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del FEASR - Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (Reg. SR), nonché dall'Allegato I (punto 9) del Regolamento di esecuzione del FEASR e degli articoli 54-57 del Regolamento (Ue) 1303/2013 recante disposizioni comuni sui Fondi Comunitari (Reg. CPR), e in coerenza con quanto previsto nell’ambito dell’Accordo di Partenariato stipulato a livello nazionale, la valutazione del PSR 2014-2020 della Regione Lazio è impostata su base poliennale e prevede tre fasi principali:

  • la valutazioni in itinere: viene condotta durante tutta la durata del Programma e ne analizza principalmente i risultati. Annualmente, una sintesi delle attività è riportata nelle relazioni di monitoraggio;
  • la valutazione intermedia, con scadenza prevista nel 2017 e nel 2019, raccoglie tutti i risultati della valutazione in itinere allo scopo di migliorare la qualità del programma e della sua attuazione;
  • la valutazione ex-post ha lo scopo di valutarne gli impatti a lungo termine. La scadenza è fissata dal Regolamento per il 2023.

La valutazione in itinere è predisposta su base pluriennale, copre il periodo 2016-2022 e deve rispondere alle seguenti funzioni:

  • esamina l'andamento del PSR rispetto ai suoi obiettivi, mediante indicatori di risultato ed eventualmente d'impatto;
  • migliora la qualità del PSR e la sua attuazione;
  • esamina le proposte di modifiche sostanziali del PSR;
  • prepara la valutazione intermedia e la valutazione ex-post.

La valutazione intermedia e la valutazione ex-post analizzano il grado di utilizzazione delle risorse, l'efficacia e l'efficienza della Programmazione del Fondo Europeo per lo Sviluppo Rurale (FEASR) attraverso la risposta alle domande di valutazione previste dal Questionario valutativo comune per lo sviluppo rurale (Allegato V al Regolamento di esecuzione del FEASR) e gli impatti a livello di priorità. Inoltre, individuano i fattori che hanno contribuito al successo o all'insuccesso del PSR e rilevano le buone pratiche.

Il Piano di valutazione è finalizzato alla:

  1. definizione dei compiti dei soggetti che saranno coinvolti nel monitoraggio e valutazione del PSR (governance e coordinamento);
  2. esplicitazione della domanda di valutazione individuando le principali tematiche che saranno oggetto di valutazione;
  3. identificazione e messa a sistema dei flussi informativi propedeutici alla realizzazione delle attività di valutazione (sistema informativo regionale, sistemi statistici regionali e nazionali);
  4. messa a punto del calendario delle attività di valutazione in modo da supportare il processo decisionale regionale nel corso dell'attuazione del Programma;
  5. descrizione del modo in cui le conclusioni della valutazione saranno disseminate nei confronti degli stakeholders della valutazione;
  6. quantificazione delle risorse necessarie (finanziarie, amministrative, informatiche) per attuare il piano di valutazione.

 

Report e pubblicazioni