menu di scelta rapida

background image

torna al menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

AGRITURISMO LE VALLI DI CIRILLI MAURO

Siamo ad Acuto in provincia di Frosinone per incontrare Mauro Cirilli il titolare dell’Agriturismo Le Valli, un’azienda a conduzione familiare che fa del biologico e del km 0 i suoi punti di forza.

 

 

 

Beneficiario: Agriturismo Le Valli di Cirilli Mauro

Referente: Mauro Cirilli

Località: Acuto (FR)

Priorità: 3 e 4

Misure: 11.1 Pagamento per la conversione al biologico e 14.1 Pagamenti per il benessere animale

Spesa totale ammissibile: 34.585,16 €

Contributo FEASR: 43,12%

Sito: n/a

Tipo di intervento: aiuti per il rinnovo dei mezzi agricoli, la ristrutturazione dell’ovile e della sala mungitura e l’ampliamento delle camere per gli ospiti.

 

Mauro, parlaci della tua azienda. 

Faccio parte della terza generazione di allevatori e ho ereditato questo lavoro da mio padre Armando che si occupava principalmente di pastorizia. L’azienda così come la vedete nasce nel 2000 quando ho deciso di prenderne le redini e trasformarla in qualcosa di più. 

L’Agriturismo Le Valli. Da dove è nata l’idea?

I tempi erano maturi per apportare qualche cambiamento. La sola pastorizia, e faccio riferimento alle nostre piccole realtà, al giorno d’oggi non rende come dovrebbe. Abbiamo deciso insieme alla mia famiglia di entrare nel mondo dell’agriturismo, quello vero. Il nostro obiettivo è quello di restituire ai nostri ospiti sapori genuini: dall’olio di oliva ai prodotti di carne, passando per quelli caseari e le delizie del nostro orto. Tutto a km0.

Come siete riusciti ad arrivare fin qui? I fondi europei vi hanno aiutato in questo?

Per raggiungere il nostro obiettivo i fondi del PSR sono stati necessari. Siamo un’azienda biologica dal 2004 e abbiamo tra l’altro la certificazione sull’Olio di oliva. I fondi europei a cui abbiamo avuto accesso tramite la Regione Lazio ci hanno permesso di poter rinnovare il nostro parco macchine, ristrutturare l’ovile e la sala della mungitura e permesso l’ampliamento delle camere per gli ospiti.

Lo avreste fatto senza i fondi del PSR?

Come vi ho già detto gran parte di quello che vedete esiste grazie a due cose: la nostra volontà e i fondi europei. Gli standard odierni riguardo la qualità, l’ospitalità ma anche il benessere degli animali richiedono adeguamenti e ripensamenti. Grazie ai fondi oggi possiamo offrire ai nostri ospiti un soggiorno a contatto stretto con la natura e con il territorio.

Consiglieresti ad altre aziende di partecipare?

Sarà una risposta breve: si.

Come immagini il futuro della tua azienda da qui a 10 anni?

Questo settore è dinamico, bisogna reinventarsi e migliorarsi giorno dopo giorno. Siamo passati dalla pastorizia all’agriturismo. Chissà cosa ci riserverà il futuro, sicuramente ci andremo incontro con mille altri progetti nel cassetto.