menu di scelta rapida

background image

torna al menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

Bandi

19/04/2021

Programma regionale in favore delle tradizioni storiche, artistiche, religiose e popolari: manifestazioni d'interesse

Programma regionale in favore delle tradizioni storiche, artistiche, religiose e popolari: manifestazioni d'interesse

È destinato a Comuni, Circoscrizioni di decentramento comunale e Associazioni Pro Loco iscritte all’Albo regionale delle Associazioni Pro Loco del Lazio (art. 15 della L.R. n. 13/2007 e successive modifiche, l’avviso pubblico finalizzato all’acquisizione della “manifestazione di interesse” alla partecipazione al "Programma regionale in favore delle tradizioni storiche, artistiche, religiose e popolari, anno 2021”.

Le manifestazioni da proporre, volte alla promozione del turismo locale e, in particolare, delle tradizioni storiche, artistiche, religiose e popolari, dovranno essere realizzate entro il 2021, con l’impegno a rispettare tutte le norme, le disposizioni e le misure di sicurezza igienico-sanitarie, vigenti e future, connesse all’emergenza Covid-19 e relative a manifestazioni pubbliche, eventi, mostre, luoghi della cultura ed altre attività.

È ammessa la prosecuzione delle manifestazioni nell’annualità 2022 esclusivamente per quelle celebrative del Santo Natale con inizio entro il mese di dicembre 2021 e conclusione entro il 6 gennaio 2022. Non sono invece ammesse le manifestazioni già iniziate nel 2020.

È consentita inoltre la presentazione della richiesta di partecipazione alla “manifestazione di interesse” anche per le manifestazioni che, nelle more della pubblicazione del presente avviso, siano state realizzate nel periodo compreso dal 1° gennaio 2021 fino alla data di pubblicazione dell’avviso stesso, nel rispetto delle norme, delle disposizioni e delle misure di sicurezza igienico-sanitarie vigenti nel periodo, connesse all’emergenza Covid-19 e relative a manifestazioni pubbliche, eventi, mostre, luoghi della cultura ed altre attività.

Ciascun soggetto proponente potrà presentare istanza per una sola manifestazione. Nel caso in cui pervengano, da parte del medesimo soggetto, più istanze, le stesse saranno tutte “escluse”, anche se in possesso dei requisiti amministrativi richiesti.

L’istanza di partecipazione alla “manifestazione di interesse”, debitamente sottoscritta dal Legale rappresentante pro tempore dell’Ente richiedente e completa della documentazione richiesta in allegato, dovrà essere indirizzata a: REGIONE LAZIO - AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO Area Programmazione Turistica e Interventi per le Imprese Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 - 00145 – Roma.

Qualora l’istanza di manifestazione di interesse sia presentata da una Associazione Pro Loco, dovranno inoltre essere allegati una copia di un Documento di identità in corso di validità del Legale rappresentante dell'Associazione Pro Loco, firmatario dell'istanza, e una copia del verbale di Assemblea attestante la nomina e la vigenza in carica dello stesso.

La richiesta di partecipazione, corredata dalla documentazione richiesta, dovrà essere inoltrata, pena l’esclusione, entro il 13 maggio 2021, esclusivamente a mezzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) all'indirizzo programmazioneturistica@regione.lazio.legalmail.it. Nell'oggetto della PEC dovrà essere riportata la seguente dicitura: "AVVISO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE - PROGRAMMA REGIONALE 2021 - LR 26/2007, art. 31".

La proposta concernente la manifestazione sarà valutata dalla Commissione incaricata nel rispetto dei seguenti criteri di valutazione:

  • Radicamento della manifestazione sul territorio con riferimento alla storia, alla cultura, ai beni storico-artistici, al patrimonio culturale immateriale, agli antichi mestieri, alle tradizioni locali (storiche, artistiche, religiose e popolari) e alla sua continuità nel tempo - Punteggio: fino ad un massimo di 50 punti
  • Attribuzione di specifici premi e riconoscimenti (nazionali e/o internazionali e/o regionali) attestanti la valenza storica, culturale e identitaria della manifestazione nel Lazio, ivi compresa l’eventuale iscrizione della manifestazione all’Albo Regionale delle Rievocazioni storiche, approvato con Determinazione G13440/2019, pubblicata sul BUR n. 86 del 24 ottobre 019, ai sensi della L.R. n. 15/2014, art. 11 - Punteggio: fino ad un massimo di 10 punti
  • Rilevanza della manifestazione in termini di attrattività turistica con riferimento alla capacità di:

✓ promuovere, a livello nazionale ed internazionale, l’offerta e l’immagine del “Lazio”, le sue destinazioni e il suo territorio;

✓ generare e incrementare i flussi turistici ed escursionistici grazie alla risonanza e alla notorietà dell’evento;

✓ garantire elevati livelli di visibilità e diffusione mediatica della manifestazione attraverso l’utilizzo di strumenti di comunicazione articolati e integrati, in coerenza con le linee di promozione turistica della Regione Lazio e con l’immagine coordinata del Portale regionale del Turismo (www.visitlazio.com), quali: emittenti radio-televisive nazionali e locali; quotidiani e periodici; materiali pubblicitari innovativi e/o tradizionali; web e social network; sito internet “dedicato”; dirette streaming; etc. - Punteggio: fino ad un massimo di 25 punti

  • Rilancio del territorio e rafforzamento dell’animazione territoriale locale per accompagnare, la ripresa dei Comuni di cui al Decreto Legislativo n. 189 del 17.10.2016 (convertito in Legge n. 229 del 15.12.2016) attraverso:

✓ il recupero e la valorizzazione della cultura e delle tradizioni locali;

✓ la valorizzazione e la promozione delle tipicità locali e delle eccellenze enogastronomiche;

✓ anche verso i mercati nazionali ed internazionali;

✓ la valorizzazione di particolari “siti” o “tesori” di rilevante valenza storica, culturale e identitaria del territorio - Punteggio: fino ad un massimo di 10 punti

  • Valorizzazione e promozione, nell’ambito della manifestazione, dell’offerta turistica locale nel settore del cibo, dell’enogastronomia, dei prodotti agroalimentari e vinicoli di eccellenza (DOP, IGP, STG, DOC, DOCG, IGT) della tradizione culinaria laziale, quali componenti del patrimonio culturale immateriale della regione - Punteggio: fino ad un massimo di 5 punti.

Saranno considerate ammissibili a patrocinio oneroso le proposte che totalizzeranno un punteggio complessivo minimo di 40 punti.

La Commissione, sulla base dei punteggi complessivi ottenuti dalle singole proposte, provvederà alla ripartizione delle stesse in tre fasce di patrocinio e precisamente in fascia A, B e C, articolate secondo gli intervalli di punteggio appresso specificati:

  • da 80 a 100 punti fascia A
  • da 60 a 79 punti fascia B
  • da 40 a 59 punti fascia C

Contatti

Gli interessati al presente Avviso potranno richiedere eventuali ulteriori chiarimenti ai seguenti nominativi:

Dirigente Elisabetta Calabri, ecalabri@regione.lazio.it

Marco Tiratterra, mtiratterra@regione.lazio.it

Domenico Degli Eredi, ddeglieredi@regione.lazio.it

Mara Bertolotti, mbertolotti@regione.lazio.it

 

Documentazione di riferimento

TROVA IL TUO BANDO

RICERCA AVANZATA