Programma Regionale FESR Lazio 2021 -2027

Procedura: Invito a manifestare interesse

Presentazione manifestazione di interesse dalle ore 10.00 del 14 dicembre e fino al completamento del Portafoglio

Obiettivo

Il Fondo di Garanzia Minibond interviene con l’obiettivo di sostenere l’accesso da parte delle Piccole e Medie Imprese (PMI) con sede operativa nel Lazio a fonti di finanziamento alternative e complementari al credito bancario. In particolare, l’intervento ha la finalità di accompagnare le PMI interessate ad emettere prestiti obbligazionari e/o titoli di debito (“Minibond”) raggruppati in portafoglio (“Basket”) nell’ambito dell’operazione Basket Bond Lazio assistita dalla garanzia pubblica a valere sul Fondo di Garanzia Minibond (FGM).

Destinatari

Possono presentare manifestazione di interesse a partecipare all’operazione Basket Bond Lazio – e quindi alla garanzia rilasciata dal FGM – le Piccole e Medie Imprese (PMI) in possesso dei seguenti requisiti:

  • siano costituite in forma di società di capitali
  • abbiano o intendano aprire sede operativa nel Lazio, al massimo entro la data di ammissione al Portafoglio
  • abbiano un fatturato minimo di 5 milioni di euro risultante dall’ultimo bilancio depositato;
  • soddisfino i seguenti requisiti minimi di accesso di natura finanziaria (rilevati sull’ultimo bilancio depositato):
    • EBITDA / Fatturato >= 4%
    • Posizione Finanziaria Netta / EBITDA < 5x
    • Posizione Finanziaria Netta / Equity < 2,5x
      • OPPURE
    • qualora i tre parametri sopra indicati non siano tutti rispettati, abbiano un Rating di Credito rilasciato da un’Agenzia di Rating ECAI pari o superiore a BB- (su scala S&P equivalente);
  • siano dotate di un Rating di Credito almeno pari a BB- (su scala S&P equivalente), rilasciato da una Agenzia di Rating ECAI, anche successivamente alla presentazione della manifestazione di interesse (fatto salvo il caso di cui al punto precedente)
  • abbiano almeno due bilanci approvati e, se non già certificato, devono impegnarsi a certificare il bilancio a partire dall’esercizio successivo all’emissione

Natura e dotazione dell’operazione

L’Operazione si pone l’obiettivo di accompagnare le PMI nel processo di emissione di Minibond, raggruppati in Portafoglio e sottoscritti da un’unica società veicolo costituita ai sensi della legge 130 del 1999 (Special Purpose Vehicle o SPV), che a sua volta si finanzia emettendo dei titoli (Asset Backed Securities o ABS) che vengono sottoscritti da investitori qualificati (Investitori).

Il FGM, gestito da Lazio Innova S.p.A., è utilizzato per costituire una garanzia destinata a coprire il 100% delle prime perdite fino al 25% del valore del Portafoglio.

La dotazione iniziale del FGM è pari a 15 milioni di euro e consente di sviluppare un Portafoglio per un importo fino a 60 milioni di euro. Il Portafoglio dovrà essere costituito entro il 3 settembre 2025.

Caratteristiche dei Minibond

Ciascun Minibond ammesso al Portafoglio, e quindi alla garanzia del FGM, avrà le seguenti caratteristiche:

  1. importo: non è stabilito né un importo minimo né un importo massimo del singolo Minibond, ma il valore medio calcolato con riferimento all’intero Portafoglio deve essere non superiore a 4 milioni di euro, con un margine di tolleranza del 20%
  2. prezzo di emissione: alla pari
  3. durata: massimo 7 anni
  4. rimborso: amortising con preammortamento massimo 24 mesi e vita media ponderata compresa fra 4 e 5 anni
  5. tasso di interesse: fisso o variabile, determinato sulla singola PMI Emittente in base al suo Rating di Credito e alle condizioni di mercato, definite tenuto conto anche delle valutazioni degli Investitori
  6. Ranking: senior unsecured; non viene acquisita, a garanzia dei Minibond, alcuna ulteriore garanzia ad eccezione di eventuali garanzie di firma rilasciate da società del gruppo

Le risorse finanziarie reperite attraverso l’emissione di ciascun Minibond ammesso al Portafoglio, e quindi alla garanzia del FGM, potranno essere destinate alle seguenti finalità:

  • copertura del fabbisogno per Investimenti;
  • acquisizione di quote societarie, solo se strumentale alla crescita del business;
  • eventuale quota a sostegno del circolante accessorio o funzionale agli interventi di cui ai precedenti punti i. e ii., in misura non superiore al 30% dell’importo totale finanziato con l’emissione del Minibond.

È escluso il rifinanziamento di prestiti esistenti.

Costo della garanzia e altri costi dell’operazione

Il costo della garanzia pubblica fornita dal FGM è definito in base alla tabella dei “premi esenti” di cui alla Comunicazione della Commissione n. 155/2008, in funzione del Rating di Credito della PMI Emittente.

È possibile richiedere la concessione della garanzia a titolo gratuito; in tal caso si configurerà un Aiuto alla PMI Emittente, in misura corrispondente al costo della garanzia non pagato (calcolato in funzione del “premio esente”). Le PMI Emittenti, oltre al tasso di interesse sul Minibond emesso e al costo della garanzia, ove non sia concessa a titolo gratuito, sopportano i seguenti costi legati alla partecipazione all’operazione:

  1. costo dell’Arranger, pari all’2,74% del valore dell’emissione
  2. costi della certificazione del bilancio;
  3. costi per l’ottenimento del Rating di credito

Contributo a copertura di alcuni costi di emissione

Le PMI possono ottenere la concessione di un contributo a fondo perduto a parziale copertura di alcuni costi legati all’operazione (commissione dell’Arranger, primo Rating, prima certificazione del bilancio)  

Il contributo copre fino al 50%, con le modalità, i termini e le limitazioni previsti in un apposito Avviso (Contributo ai Costi di Emissione Basket Bond Lazio), che sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio e sui siti www.lazioinnova.it e www.lazioeuropa.it.

Le attività relative alla concessione del contributo a fondo perduto sono svolte da Lazio Innova.

Modalità e termini di presentazione delle manifestazioni di interesse

La Manifestazione di interesse deve essere presentata via PEC all’indirizzo basketbondlazio@actalispec.it dalle ore 10.00 del 14 dicembre 2023, secondo il format allegato all’Invito e disponibile sul sito http://www.farelazio.it.

Procedura di istruttoria di ammissibilità e successive fasi dell’operazione

L’Arranger effettua l’istruttoria di ammissibilità formale seguendo l’ordine cronologico di ricezione delle manifestazioni di interesse.

Superata positivamente l’istruttoria di ammissibilità formale, l’impresa è avviata all’iter di emissione del Minibond sottoscrivendo il mandato all’Arranger, che supporta le PMI nella preparazione del pacchetto informativo contenente le informazioni di credito che verranno sottoposte alla valutazione degli Investitori.

L’istruttoria del merito di credito è condotta ad insindacabile giudizio degli Investitori, che determineranno le PMI che potranno emettere e a quali condizioni.

L’Arranger comunica alle PMI l’esito finale della valutazione degli Investitori.

Una volta accettato per iscritto l’esito della valutazione degli Investitori, la PMI assume un impegno irrevocabile.

A seguito dell’accettazione, le PMI presentano a Lazio Innova per il tramite dell’Arranger, la conferma dell’interesse all’ammissione al Portafoglio e quindi alla concessione della garanzia a valere sul FGM, compilando e inviando il relativo modulo che sarà reso disponibile sul sito http://www.farelazio.it.

Le imprese che hanno superato la fase di ammissibilità formale potranno richiedere il contributo a copertura dei costi di emissione, nei termini e con le modalità che saranno indicate nell’apposito Avviso.