La Programmazione Regionale Unitaria per il ciclo 2021-2027


A partire dal 2014, la programmazione della Regione Lazio è stata improntata ad una logica unitaria orientata verso una crescita in grado di coniugare gli aspetti della competitività economica, dell’inclusione sociale e della sostenibilità valorizzando la massima sinergia programmatica tra le opportunità offerte dalle risorse europee, nazionali e regionali,  come esplicitato dapprima nelle Linee d’indirizzo per un uso efficiente delle risorse finanziarie destinate allo sviluppo 2014-2020”, poi, nel 2018, nel Documento Strategico di Programmazione” (DSP) 2018-2023 e nel successivo aggiornamento.

Su tali basi, la pianificazione delle politiche di intervento della Regione Lazio è articolata in macro-aree, indirizzi programmatici, obiettivi programmatici, Azioni Cardine (AC) e Progetti per la Ripresa e la Resilienza (PRR) introdotti con il documento Un nuovo orizzonte di progresso socio-economico – linee d’indirizzo per lo sviluppo sostenibile e la riduzione delle diseguaglianze: politiche pubbliche regionali ed europee 2021-2027” al fine di tenere conto e rispondere degli effetti della pandemia dovuta al COVID-19 e delle necessità emerse a seguito della crisi economico-sociale causata dall’emergenza sanitaria. Le AC e i PRR esprimono gli interventi portanti da cui dipendono i cambiamenti strutturali nel territorio regionale, declinati all’interno di una strategia fondata su tre pilastri: sviluppo sostenibile socio-economico e territoriale, redistribuzione ed equilibrio finanziario.

Le proposte di Programmi regionali 2021 – 2027 FESR e FSE+, la modifica del PSR FEASR , per la fase transitoria 2021-2022,e la Strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “Lazio, regione partecipata e sostenibile” hanno assunto e declinato i principi e gli strumenti della programmazione regionale, in coerenza con la strategia comunitaria, con gli obiettivi del ciclo europeo 2021-2027 e con quelli dell’Agenda 2030. In questo contesto particolare attenzione è dedicata agli obiettivi del New Green Deal e delle strategie ad esso collegate per una Regione giusta, prospera e sostenibile. Con l’obiettivo di massimizzare il sostegno finanziario alle priorità della programmazione già individuate dalla strategia unitaria regionale, il quadro degli interventi prioritari per il sostegno allo sviluppo del territorio è stato definito a partire dagli investimenti previsti nel “Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza” (PNRR) e nel Piano Nazionale Complementare” (PNC), in coerenza con il dettato dei Regolamenti che chiedono di assicurare la complementarietà tra la programmazione comunitaria, il “Dispositivo per la Ripresa e la Resilienza” istituito dal Regolamento (UE) 2021/241 e le proposte programmatiche adottate dalla Regione.

.

Scarica il volume “Lazio Presente”