GAL Futur@niene, bando per aiuti all’avviamento aziendale di attività non agricole in aree rurali

La scadenza è il 18 novembre 2021, tutte le informazioni sul sito web dedicato
GAL Futur@niene, bando per aiuti all’avviamento aziendale di attività non agricole in aree rurali

ll GAL “FUTUR@NIENE” comunica l’apertura del bando della Misura 19.2.1 6.2.1 Aiuti all’avviamento aziendale di attività non agricole in aree rurali.

Con tale Misura, attraverso la concessione di un premio forfettario a fondo perduto, viene promosso l’avviamento di microimprese e piccole imprese extra-agricole in zone rurali al fine di favorire la creazione di posti di lavoro.

L’intervento sostiene l’avvio di attività legate alla rivitalizzazione delle aree rurali, allo sviluppo economico territoriale e al miglioramento della qualità della vita. Lo start-up di attività non agricole può contribuire allo sviluppo dell’economia rurale in un’ottica di sviluppo territoriale sostenibile ed equilibrato.

L’operazione si applica esclusivamente sul territorio del GAL FUTUR@NIENE che interessa il territorio dei Comuni di Affile, Agosta, Anticoli Corrado, Arcinazzo Romano, Arsoli, Bellegra, Camerata Nuova, Canterano, Cervara di Roma, Cineto Romano, Jenne, Licenza, Mandela, Marano Equo, Percile, Riofreddo, Rocca Canterano, Roccagiovine, Rocca Santo Stefano, Roiate, Roviano, Subiaco, Vallepietra, Vallinfreda, Vicovaro e Vivaro Romano.

Soggetti beneficiari sono:

  • agricoltori attivi e che, con l’adesione al presente bando pubblico, diversificano la propria attività avviando un’attività extra-agricola di nuova costituzione in forma di microimprese o piccole imprese come definite nell’Allegato I al Reg. (UE) n. 702/2014;
  • persone fisiche o giuridiche o un gruppo di persone fisiche o giuridiche, qualunque sia la natura giuridica attribuita al gruppo e ai suoi componenti dall’ordinamento nazionale e con esclusione dei lavoratori agricoli, che nel periodo compreso nei due (2) anni precedenti la pubblicazione del presente bando risultano coadiuvanti familiari e che, con l’adesione al bando avviano un’attività extra-agricola di nuova costituzione in forma di microimprese o piccole imprese come definite nell’Allegato I al Reg. (UE) n. 702/2014. Per “coadiuvante familiare” s’intende un familiare che, al momento della presentazione della domanda di sostegno, lavora abitualmente e in prevalenza nell’impresa agricola con regolare iscrizione all’INPS, dimostrando tale condizione per un periodo almeno pari ai due (2) anni antecedenti la pubblicazione del bando;
  • microimprese o piccole imprese non agricole ai sensi del Reg. (UE) n. 702/2014, già costituite ed attive da almeno i tre (3) anni antecedenti la data di presentazione della domanda di sostegno, che avviano nuove attività mai svolte in precedenza.

Per il finanziamento delle domande di sostegno inoltrate ai sensi del bando e ritenute ammissibili sono stanziati complessivamente 50.000 euro di spesa pubblica. Il premio sarà erogato obbligatoriamente in due rate:

  • 70% del premio la prima rata, corrisposto all’avvio del Piano di Sviluppo Aziendale;
  • 30% del premio la seconda rata, corrisposto a conclusione del Piano di Sviluppo Aziendale.

Il termine per la presentazione delle domande di sostegno mediante sistema telematico SIAN (www.sian.it) è fissato alle ore 23:59 del 18 novembre 2021.

Tutte le informazioni e il testo del bando sul sito del GAL Futur@niene.

Vai alle ultime notizie di PSR FEASR
Vai a tutte le notizie di Lazio Europa