OCM Vino, campagna 2022/2023 – Domande di aiuto agli Investimenti  

Scadenza al 31 dicembre 2023 del termine di presentazione della rendicontazione alla Norma transitoria del Reg. (UE) 2021/2117
OCM Vino, campagna 2022/2023 - Domande di aiuto agli Investimenti
Il 31 dicembre 2023 è la scadenza ultima del termine per la presentazione tramite portale SIAN, con stampa e rilascio informatico, dell’istanza di rendicontazione delle spese sostenute e delle attività svolte alla data del 15 ottobre 2023, quale adempimento obbligatorio da parte delle aziende titolari di domanda di aiuto alla campagna 2022/2023 della Misura degli Investimenti dell’OCM Vino con fine lavori al 2024, in adesione al Regime transitorio di cui al Reg. (UE) 2021/2117.

Si ricorda che tale rendicontazione, una volta stampata e rilasciata tramite piattaforma, dovrà essere trasmessa, esclusivamente tramite Posta Elettronica Certificata (PEC), all’Area Decentrata Agricoltura competente per territorio, corredata di tutta la documentazione atta a dimostrare che la spesa è stata sostenuta entro e non oltre il 15 ottobre 2023 corredata della documentazione e quanto altro volto ad attestare che il progetto, in pari data, è stato altresì parzialmente realizzato.

Di seguito indicati i riferimenti di Posta Elettronica Certificata degli uffici decentrati competenti per territorio:

FROSINONE: Area Decentrata Agricoltura Lazio SUD – PEC: adafrosinone@regione.lazio.legalmail.it;

LATINA: Area Decentrata Agricoltura Lazio SUD – PEC: adalatina@regione.lazio.legalmail.it;

RIETI:  Area Decentrata Agricoltura Lazio NORD – PEC: adarieti@regione.lazio.legalmail.it;

VITERBO:  Area Decentrata Agricoltura Lazio NORD – PEC: adaviterbo@regione.lazio.legalmail.it;

ROMA:  Area Decentrata Agricoltura Lazio CENTRO – PEC: adaroma@regione.lazio.legalmail.it

La mancata presentazione per rilascio informatico tramite piattaforma SIAN entro il termine perentorio del 31 dicembre 2023 della rendicontazione delle spese sostenute alla data 15 ottobre 2023, e/o il mancato raggiungimento della soglia minima del 30% di spesa ammessa come sostenuta al 15 ottobre 2023 e/o il non aver attuato parzialmente l’operazione per la quale si chiede il contributo, comporta la revoca dell’atto di concessione all’aiuto e l’attivazione delle procedure di recupero dell’indebito percepito a titolo di anticipazione, maggiorato del 10%.