M5 – RIPRISTINO DEL POTENZIALE PRODUTTIVO AGRICOLO DANNEGGIATO DA CALAMITÀ NATURALI E DA EVENTI CATASTROFICI E INTRODUZIONE DI ADEGUATE MISURE DI PREVENZIONE (ART. 18)


Priorità: 3

Obiettivi trasversali: ambiente, clima e innovazione

La misura sostiene la prevenzione e il ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato da calamità naturali e da eventi catastrofici. Questo importante strumento di prevenzione e di indennizzo della politica di sviluppo rurale può essere utilizzato anche nell’ambito dei danni provocati da fitopatie.

Tipologie di operazioni previste:

5.1.1 Supporto per investimenti in azioni di mitigazione di prevenzione finalizzati a ridurre le conseguenze dei disastri naturali, eventi climatici avversi o catastrofici (Focus Area 3B)
5.2.1 Supporto agli investimenti per il ripristino delle strutture aziendali (Focus Area 3B)

Per maggiori dettagli si veda la descrizione della Misura 5, pagg. 432-446 del PSR Lazio 2014-2022 v. 12.1


5.1.1 Supporto per investimenti in azioni di mitigazione di prevenzione finalizzati a ridurre le conseguenze dei disastri naturali, eventi climatici avversi o catastrofici (Focus Area 3B)

L’operazione prevede due tipologie di intervento: 

  • sostegno a investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre i rischi del dissesto idrogeologico e la salvaguardia del territorio
  • sostegno a investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre le conseguenze di probabili calamità naturali, avversità atmosferiche ed eventi catastrofici nelle aziende agricole.

Tipo di sostegno: contributo in conto capitale

Beneficiari: agricoltori attivi in possesso dei requisiti per gli agricoltori in attività, anche in forma associata; enti pubblici competenti in materia di difesa del suolo assegnate dalla Legge regionale 53/1998 agli enti regionali

Importi e aliquote di sostegno: 80% per interventi realizzati da un singolo beneficiario;100% per interventi realizzati collettivamente (da più beneficiari) e comunque per i soggetti pubblici. Nell’ambito dell’intervento 1, l’importo minimo di investimento ammissibile deve essere pari a 200 000 EUR, mentre il massimale di contributo concedibile è di 1 000 000 EUR. Per i progetti dell’intervento n. 2, l’importo minimo di investimento ammissibile è 20 000 EUR, il massimale di contributo concedibile è 100 000 EUR.


5.2.1 Supporto agli investimenti per il ripristino delle strutture aziendali (Focus Area 3B)

La tipologia di operazione prevede indennizzi per la ricostituzione della capacità produttiva delle strutture e/o dalle dotazioni aziendali danneggiate o distrutte da calamità naturali o da eventi atmosferici assimilabili, volti a favorire la ripresa delle attività produttive grazie al ripristino del potenziale produttivo agricolo e zootecnico

Tipo di sostegno: contributo in conto capitale

Beneficiari: imprese agricole attive in forma singola o associata

Importi e aliquote di sostegno: 100% del costo dell’investimento ammissibile, detratti gli eventuali indennizzi percepiti per i medesimi interventi di ripristino, al fine di evitare sovra-compensazioni. Il contributo concedibile massimo è di 100 000 EUR.