Dotazione: 2 milioni di euro di risorse regionali (la determinazione n. G09608 del 20 luglio 2022 prevede che i contributi previsti dall’Avviso potranno essere inseriti nel Programma Regionale FESR 2021-2027 con successivi atti dell’Autorità di Gestione).

Obiettivo

La finalità del contributo è ampliare la platea potenziale delle PMI Emittenti, riducendo l’incidenza dei costi fissi connessi all’emissione di obbligazioni e rendendo quindi più conveniente l’emissione di Minibond anche per tagli più modesti, adatti ad imprese di minori dimensioni.

Il contributo a fondo perduto copre in parte alcuni costi di emissione di Minibond che le PMI devono affrontare per partecipare all’operazione Basket Bond Lazio garantita dal Fondo di Garanzia Minibond costituito con le risorse del Programma Regionale FESR 2021-2027.

Beneficiari

Beneficiari del contributo sono le PMI che:

  • hanno presentato la manifestazione di interesse ai sensi dell’Invito a manifestare l’interesse a partecipare all’operazione Basket Bond Lazio e che hanno superato la relativa fase di ammissibilità formale;
  • hanno una sede operativa nel Lazio risultante dal Registro delle Imprese;
  • si trovano alternativamente in uno dei due casi:
    • aver emesso il Minibond nel contesto dell’operazione Basket Bond Lazio, oppure
    • avere ricevuto il diniego all’ammissione al portafoglio da parte degli Investitori, pur avendo superato l’ammissibilità formale.
  • hanno già sostenuto i costi ammissibili oggetto del contributo, con l’eccezione disciplinata nell’Avviso per i costi di prima certificazione del bilancio.

Devono inoltre rispettare i requisiti di ammissibilità generale indicati nell’Avviso.

Natura ed entità del contributo

Il contributo è a fondo perduto, è calcolato nella misura massima del 50% dei costi ammessi ed effettivamente sostenuti alla data di presentazione della Domanda ed è un Aiuto di Stato concesso:

  • ai sensi dell’art. 18 del RGE, con riferimento ai costi i cui impegni giuridicamente vincolanti sono stati assunti dopo la presentazione della manifestazione di interesse a partecipare all’operazione Basket Bond Lazio;
  • ai sensi del De Minimis, con riferimento ai costi i cui impegni giuridicamente sono stati assunti prima della presentazione della manifestazione di interesse, fermo restando che devono essere assunti successivamente alla data di pubblicazione dell’Invito

Costi ammissibili

Sono Costi ammissibili:

  • a) il costo sostenuto dalla PMI Beneficiaria per la commissione spettante all’Arranger dell’operazione Basket Bond Lazio, quantificato in misura pari al 2,74% dell’importo del Minibond emesso; si precisa che le PMI che presentano domanda avendo ricevuto il diniego all’ammissione al portafoglio da parte degli Investitori non avranno sostenuto né sosterranno tale costo;
  • b) il costo per l’ottenimento del primo Rating di credito della PMI beneficiaria rilasciato da una agenzia di rating ECAI, a condizione che il rating ottenuto sia pari o superiore a BB- (su scala S&P equivalente) e che l’impresa non disponga già di altri rating di credito validi. Non sono ammissibili i costi sostenuti per il monitoraggio e il rinnovo periodico del rating di credito;
  • c) il costo per la prima certificazione del bilancio della PMI beneficiaria; è ammissibile solo il costo iniziale (una tantum) e il contributo massimo concedibile con riferimento a questa voce di costo è pari a 7.500,00 euro.

I costi di cui alle lettere b e c sono riconosciuti:

  • a condizione che i relativi impegni giuridicamente vincolanti (incarico, contratto o documento analogo) siano assunti in data compresa fra data di pubblicazione sul BUR Lazio dell’Invito a manifestare l’interesse a partecipare all’operazione Basket Bond Lazio e la data di emissione del Minibond o di comunicazione del diniego da parte degli Investitori;
  • anche nel caso in cui la PMI Beneficiaria non proceda all’emissione del Minibond, ma esclusivamente se la mancata emissione è dovuta al diniego da parte degli Investitori.

Presentazione delle domande e procedura istruttoria

Il procedimento di concessione del contributo è a sportello.

L’invio della domanda potrà essere effettuato on-line tramite la piattaforma GeCoWEB Plus dalle ore 12.00 del 23 gennaio 2024.

Le domande devono essere presentate entro 90 giorni dalla data di emissione del Minibond o di comunicazione del diniego da parte degli Investitori.

Le domande sono avviate ad istruttoria seguendo l’ordine cronologico di presentazione.

L’esame istruttorio di ammissibilità della domanda è effettuato da Lazio Innova che verifica la correttezza e la completezza della richiesta in coerenza con le finalità e le indicazioni dell’Avviso.

Modalità di erogazione

L’erogazione del contributo avviene di norma in un’unica soluzione, fatto salvo il caso in cui il costo della prima certificazione del bilancio non sia stato ancora sostenuto alla scadenza dei termini per la presentazione della Domanda, nel qual caso avverrà in due tranche.

Il Beneficiario deve presentare apposita richiesta di erogazione mediante la piattaforma GeCoWEB Plus entro 30 giorni dalla firma dell’Atto di Impegno.

Nel caso in cui il costo della prima certificazione del bilancio non sia stato ancora sostenuto alla scadenza dei termini per la presentazione della Domanda, la prima erogazione sarà parziale in quanto non includerà la quota di contributo a valere su tale costo. La richiesta di erogazione a saldo relativa alla seconda quota di contributo deve essere presentata comunque entro il termine massimo di 24 mesi dalla data di Concessione, caricando sulla piattaforma GeCoWEB Plus la documentazione comprovante l’avvenuto pagamento del costo per la prima certificazione del bilancio.

Informazioni

www.lazioinnova.it

www.lazioeuropa.it

E-mail: infobandi@lazioinnova.it

Numero verde 800 98 97 96