Raccogliere e mettere a confronto le migliori esperienze culturali realizzate nel territorio regionale, dando al contempo un riconoscimento ai soggetti pubblici e privati che abbiano attuato un progetto originale e concreto di promozione, valorizzazione e sviluppo della cultura nel territorio regionale ed abbiano creato dunque un “modello” culturale di successo.

È l’avviso pubblico approvato dalla Regione Lazio per la selezione di interventi e iniziative in ambito culturale per la loro raccolta e sistematizzazione nel Catalogo delle buone pratiche culturali che potrà così svolgere anche un ruolo di diffusione e promozione delle esperienze di qualità e supportare della programmazione regionale.

La raccolta e selezione delle esperienze è finalizzata ad individuare buone pratiche culturali nei seguenti ambiti tematici:

  1. Valorizzazione, tutela e promozione del patrimonio culturale: investimenti in allestimenti di qualità e strumenti tecnologici, progetti di creatività nei luoghi della cultura, innovazione e qualificazione dei servizi e dei prodotti offerti al pubblico, ottimizzazione delle modalità gestionali, iniziative volte al miglioramento della qualità della vita (wellness) dei cittadini, progetti di sviluppo della connotazione identitaria delle comunità, esempi di recupero dei luoghi della cultura, di rigenerazione urbana e dei territori, azioni di programmazione territoriale e urbanistica rispettose del suo patrimonio culturale etc.;
  2. Comunicazione nelle iniziative realizzate in ambito culturale: adozione di nuovi strumenti di comunicazione, marketing ed accoglienza, approcci innovativi di audience development (ampliamento del pubblico), anche per promuovere l’educazione cinematografica, dello spettacolo dal vivo e della lettura, l’utilizzo corretto dei social media, la verifica del gradimento delle iniziative attraverso strumenti di rilevazione efficaci, etc.
  3. Lavorare in rete: iniziative caratterizzate da forme di partenariato pubblico-privato, sviluppo di sistemi di rete nell’ambito dei servizi culturali quali ad esempio reti museali, bibliotecarie, web, creazione di network per lo sviluppo del turismo culturale, progetti interregionali, europei e internazionali, etc.
  4. Fare impresa: sperimentazione di nuovi modelli di business legati alla gestione/promozione del patrimonio culturale, modelli innovativi di imprese culturali e creative, attivazione di spazi di co-working e accompagnamento al fare impresa culturale, startup di progetti sostenibili nel tempo, iniziative di conservazione e di produzione della cultura etc.
  5. Innovare e includere: iniziative culturali multisettoriali e diversificate all’interno di una programmazione unitaria/condivisa; sviluppo di sistemi locali di creatività, azioni innovative e/o sperimentali – anche gestionali – promuoventi l’inclusione sociale e la cittadinanza attiva, anche attraverso lo spettacolo dal vivo, l’audiovisivo, etc.; uso di tecnologie per lo studio, la tutela, la valorizzazione, la divulgazione e la didattica del patrimonio culturale

Possono segnalare le proprie esperienze soggetti pubblici e privati che abbiano realizzato le iniziative preferibilmente attraverso forme varie di partenariato e/o collaborazione tra più soggetti. Non è possibile candidare esperienze già riconosciute come Buone Pratiche Culturali nelle precedenti edizioni dell’avviso pubblico.

Le esperienze pervenute saranno oggetto di valutazione e selezione da parte di una Commissione presieduta dal Dirigente dell’Area Informazione, Immagine e Portale della Cultura. La Commissione è inoltre composta da due funzionari della Direzione Regionale Cultura e Lazio Creativo e da tre componenti esterni con specifica e comprovata competenza sulle tematiche d’interesse.

La domanda di candidatura (All. 1), debitamente sottoscritta, deve essere compilata su carta intestata del soggetto/ente interessato e corredata del documento di identità o di firma digitale. Le iniziative segnalate, dovranno essere presentate utilizzando esclusivamente il modello allegato al presente avviso (All. 2), da compilare in tutte le sue parti, pena l’esclusione dalle fasi di valutazione, in file formato pdf e formato word. Occorrerà, inoltre, allegare due fotografie od immagini in alta risoluzione, rappresentative dell’esperienza, con la liberatoria necessaria alla loro pubblicazione (All. 3). Sarà necessario compilare anche una scheda sintetica del progetto (All. 4), che potrà essere utilizzata dalla Regione Lazio per fini divulgativi.

La domanda di candidatura (All. 1) la scheda di segnalazione di cui all’All. 2, nonché gli altri allegati previsti (All. 3 e 4), dovranno pervenire entro il 16 agosto 2022, tramite posta certificata al seguente indirizzo e-mail: benchmarkingculturale@regione.lazio.legalmail.it. Ai fini della successiva valutazione farà fede la data di invio alla Regione Lazio.

L’attività di valutazione delle candidature pervenute sarà svolta dalla Commissione. Le buone pratiche selezionate formeranno oggetto di ulteriore valutazione ai fini dell’individuazione delle buone pratiche di eccellenza. Tutte le proposte di cui al presente avviso saranno valutate secondo macro-criteri indicati dall’avviso con un punteggio massimo di 100. Le proposte che otterranno un punteggio complessivo pari o superiore a 70 punti saranno individuate quali buone pratiche. Verranno, inoltre, riconosciute le buone pratiche di eccellenza, vale a dire le proposte valutate con punteggio pari o superiore a 90 punti. I soggetti proponenti si rendono disponibili a consentire al personale della Regione, o a soggetti da essa incaricati, lo svolgimento di eventuali visite e sopralluoghi ed a fornire ulteriori informazioni ed integrazioni. I soggetti proponenti autorizzano la Regione Lazio a pubblicare, anche per estratto, i contenuti della proposta.

Le buone pratiche individuate dalla Commissione di cui all’art. 5, in base ai criteri di cui al precedente art. 7 (aventi punteggio pari o superiore a 70 punti), saranno raccolte nel catalogo dedicato, a cura dell’Area Informazione, Immagine e Portale della Cultura, e saranno oggetto di specifici eventi di presentazione ed approfondimento (seminari, tavole rotonde, etc.).

Il catalogo delle Buone Pratiche culturali sarà pubblicato sul sito web della Regione Lazio, alla pagina Cultura https://www.regione.lazio.it/per-i-cittadini. Tra le buone pratiche individuate saranno selezionate, per ciascuno dei cinque ambiti tematici, le buone pratiche di eccellenza, proposte valutate con punteggio pari o superiore a 90 punti, che saranno successivamente presentate e pubblicizzate nel corso di eventi e manifestazioni pubbliche in ambito regionale e/o nazionale. Le buone pratiche selezionate avranno la possibilità di utilizzare un apposito logo fornito dall’Area Informazione, Immagine e Portale della Cultura.

Documentazione di riferimento