L’Assessorato Lavoro, Università, Scuola, Formazione, Ricerca, Merito, tramite la Direzione regionale Istruzione, Formazione e Politiche per l’Occupazione in qualità di AdG del PR FSE+ 2021-2027, ha promosso un nuovo avviso rivolto al sistema di istruzione di I e II grado con attenzione ai giovani in età scolare.

L’avviso sostiene la realizzazione di interventi diretti all’ampliamento e al potenziamento dell’offerta formativa, al supporto agli studenti e alle studentesse a rischio di insuccesso e dispersione scolastica e alle loro famiglie, alla creazione di momenti di incontro e di cittadinanza attiva, alla realizzazione di iniziative artistiche-sportive, nell’ottica di valorizzare le Scuole Aperte e partecipate come poli civici e culturali di comunità.

Attraverso musica, arte e teatro, educazione ambientale e percorsi di legalità, sarà possibile sviluppare azioni di rinforzo delle competenze di base per ampliare l’offerta formativa, anche utilizzando metodi di apprendimento innovativi. I progetti proposti potranno riguardare e ricomprendere le attività di seguito indicate:

  • Laboratori di recupero: azioni di potenziamento e/o recupero delle materie scolastiche;
  • Laboratori artistici o sportivi: attività che, sia per l’uso dei materiali che per le metodologie, siano improntati all’innovatività e allo sviluppo della creatività dei ragazzi a fini di inclusione;
  • Laboratori linguistici: potranno essere rivolti a ragazzi stranieri individuando nella conoscenza della lingua lo strumento fondamentale del processo di comunicazione e di integrazione, soprattutto per ragazzi che si confrontano con una realtà sociale e scolastica diversa da quella d’origine;
  • Visite/soggiorni ludico-formativi: realizzazione di visita giornaliera, che unitamente alle altre attività del presente avviso, favoriscano la crescita personale formativa e relazionale.

Gli interventi a sostegno della permanenza nel sistema di istruzione e formazione o in favore di ragazzi con problematiche socio familiari e/o psicologiche dovranno essere supportati da un lavoro di rete con scuole, servizi sociali e socio-sanitari.

In tal senso, saranno valutate positivamente le collaborazioni/partnership con enti pubblici e privati per lo svolgimento delle attività socio/educative.

I percorsi devono essere realizzati avendo una flessibilità di durata ed oraria in dipendenza della tipologia di intervento finanziata. I progetti dovranno realizzarsi nell’anno scolastico 2024/2025 e dovranno coinvolgere 50 ragazzi e prevedere attività da svolgersi oltre l’orario scolastico, nel pomeriggio o la sera e/o nei week end, per un minimo di 5 ore in media a settimana per un totale di 200 ore di attività complessive.

Ai fini della progettazione degli interventi, si ricorda che le attività cofinanziate con il FSEplus sono di tipo aggiuntivo rispetto alla programmazione ordinaria delle istituzioni scolastiche. Pertanto, tali attività formative vanno programmate in aggiunta alle attività curricolari, vale a dire oltre l’orario di servizio per i docenti e per il personale amministrativo, tecnico e ausiliario.

Soggetti proponenti

Possono presentare la proposta progettuale gli Istituti Comprensivi e Scuole statali e paritarie secondari di I e II grado e gli Enti del sistema IEFP.

Le attività possono essere realizzate attraverso la costituzione di una ATS con soggetti sia pubblici che privati e in particolare con enti locali (realtà associative e culturali territoriali, parrocchie ecc.) per creare un modello di “scuola allargata”.

I soggetti privati, a cui potranno essere affidate parti di attività, devono essere individuati nel rispetto dei principi di trasparenza, concorrenza e non discriminazione.

Destinatari

I destinatari dell’iniziativa sono gli studenti e studentesse con età compresa fra gli 11 e i 18 anni in condizioni socioeconomiche svantaggiate ed individuati dalla scuola di appartenenza.

Modalità di presentazione delle proposte progettuali

Ogni soggetto proponente può presentare una sola proposta progettuale, pena l’inammissibilità delle proposte ulteriori pervenute cronologicamente nel momento successivo alla prima candidatura, come da orario tracciato dal sistema informatico regionale per l’accesso (SIGEM).

Si specifica gli Istituti comprensivi e le Scuole statali o paritarie e gli Enti del Sistema IeFP del Lazio, possono essere membri di un’ATS per ciascun codice meccanografico posseduto, fermo restando che le eventuali più proposte progettuali presentate dovranno coinvolgere destinatari diversi.

Le proposte progettuali devono essere presentate esclusivamente attraverso la procedura telematica accessibile dal sito https://sicer.regione.lazio.it/sigem-gestione  attraverso il sistema pubblico SPID, al fine di aumentare il livello di sicurezza del sistema e in linea con le disposizioni e le modalità di accesso ad altri servizi della Pubblica Amministrazione.

Consulta il manuale di accesso

Il completamento della procedura permette l’accesso alla compilazione di tutte le sezioni previste per la presentazione della proposta progettuale.

Le candidature di cui al presente Avviso potranno essere presentate dalle ore 9:30 del 7 febbraio 2024 e fino alle ore 17:00 di giovedì 28 marzo 2024

Risorse finanziarie

L’intervento è finanziato, nell’ambito del PR FSE Plus 2021-2027, attraverso la Priorità “Inclusione sociale” – Obiettivo specifico l), per un importo pari a € 6.000.000.

Il finanziamento previsto per ogni singola proposta progettuale è di € 20.000, per l’intero progetto.

Responsabile del procedimento

Ai sensi della L. 241/90 e s.m.i., il responsabile unico del procedimento è il Dott. Paolo Giuntarelli Dirigente dell’Area Predisposizione degli Interventi della Direzione regionale Istruzione, Formazione e Politiche per l’Occupazione.

Contatti

Per assistenza e supporto, anche in fase di presentazione delle proposte, è possibile rivolgersi al seguente indirizzo di posta elettronica a partire dalla pubblicazione dell’Avviso e fino a due giorni prima della scadenza per la presentazione delle proposte: scuolaperilfuturo@regione.lazio.it.

Documentazione di riferimento

Si informano i potenziali soggetti richiedenti che la Direttiva della Direzione regionale Istruzione, Formazione e Politiche per l’Occupazione (n. G04128 del 28/03/2023) ha approvato il sistema di regole di riferimento per l’attuazione e la rendicontazione delle attività cofinanziate con il Fondo Sociale Europeo (FSE), il Fondo Sociale Europeo plus (FSE+) e altri Fondi UE e nazionali.

Vai alla Direttiva