La Regione Lazio ha pubblicato un nuovo Avviso, attraverso cui intende sostenere e valorizzare iniziative promozionali in campo formativo e culturale, attraverso la concessione di contributi per la realizzazione di seminari formativi, workshop e laboratori, da realizzare all’interno di eventi/festival/fiere, già programmati o da organizzare sul territorio della Regione Lazio.

Gli interventi finanziati nell’ambito dell’Avviso dovranno essere focalizzati sulle attività dell’orientamento, della formazione, dell’occupabilità e dell’inclusione sociale, anche con il fine più specifico di sensibilizzare la cittadinanza, in particolare la popolazione giovanile, sulle opportunità offerte dalla Regione Lazio con i fondi europei per il periodo 2021-2027.

L’intervento si pone anche l’obiettivo di favorire il dibattito tra il mondo dell’istruzione, gli enti scolastici e formativi, le associazioni e gli imprenditori, per creare un luogo di incontro tra il settore dell’istruzione e le aziende.

Con questo tipo di iniziative si intende favorire quel complesso rapporto tra scuola e ambiente extrascolastico, molto importante ai fini dell’apprendimento e della socializzazione e dell’occupabilità, assegnando così un ruolo sempre più attivo e dinamico alle istituzioni scolastiche, associative, imprese, anche ponendo adeguata attenzione ad una specializzazione che tenga conto dei settori trainanti dello sviluppo del Lazio.

Nell’ambito dell’Avviso, ogni proposta progettuale dovrà prevedere la realizzazione delle seguenti fasi obbligatorie:

FASE 1

Attività divulgativa propedeutica digitale e veicolata esclusivamente su canali on line al fine di promuovere le opportunità offerte dalla Regione Lazio con i fondi del PR FSE+ 2021- 2027.

FASE 2

Organizzazione e realizzazione di momenti di diffusione informativa per la promozione scolastica mediante stand informativi;

Organizzazione e realizzazione di colloqui di orientamento individuali finalizzati a fornire una informazione orientativa sul mercato del lavoro territoriale, con particolare attenzione ai settori trainanti e ai profili richiesti dal mercato del lavoro e ai titoli di studio più funzionali e alla presentazione delle diverse opportunità formative offerte anche dal PR FSE+ 2021/2027 della regione Lazio. Nel corso del colloquio dovrà essere effettuata una valutazione della tipologia di bisogno espresso dal giovane il cui esito dovrà essere formalizzato in un’apposita scheda di sintesi firmata dall’orientatore e dal ragazzo;

  • Organizzazione e realizzazione di seminari formativi e informativi all’interno degli eventi con la partecipazione di formatori, divulgatori o esperti di settore.

Al fine di partecipare alle suddette tipologie di eventi i soggetti proponenti potranno prevedere anche tipologie di attività quali:

  • Realizzazione, montaggio, brandizzazione di uno stand informativo;
  • Realizzazione di brochure e materiale cartaceo informativo e promozionale;
  • Realizzazione di materiale audio e video.

A titolo esemplificativo, le tipologie di eventi a cui associare le azioni possono essere: – Eventi promozionali di operatori del settore formazione ed incontro domanda e offerta di lavoro; – Eventi finalizzati all’incontro tra domanda e offerta di lavoro (c.d. career day; job day); – Fiere;

I destinatari dell’iniziativa sono prioritariamente le studentesse e gli studenti di istituti scolastici secondari di secondo grado, istituti professionali, ITS, enti IeFP, di età compresa tra i 14 e i 18 anni. Inoltre, possono essere fruitori dell’iniziativa anche tutte le cittadine e i cittadini dei territori regionali, comprese studentesse e studenti universitari, in cui si svolgeranno gli eventi.

Possono presentare proposte progettuali, in forma associata, associazioni riconosciute o non riconosciute (con esclusione dei partiti politici e sindacati), associazioni culturali o di promozione sociale o di enti di promozione sportiva, fondazioni, Enti del terzo settore, Federazioni sportive, con l’obbligo di partecipazione di almeno una Scuola statale o Paritaria secondaria di primo e secondo grado, Ente del sistema IEFP, ITS, con una sede legale o almeno una sede operativa ubicata nella regione Lazio.

Possono presentare una proposta progettuale anche le istituzioni scolastiche e formative secondarie di primo e secondo grado con una sede legale o almeno una sede operativa ubicata nella regione Lazio, a loro volta, in forma associata, con l’obbligatorietà di coinvolgimento di uno dei soggetti sopra citati, motivandone l’opportunità della scelta nell’ apposita sezione della proposta progettuale.

Si precisa che sia una istituzione formativa che una associazione (o uno tra gli altri soggetti sopracitati) può presentare una sola proposta come soggetto proponente e può essere partner di progetto in ATS solo nell’ambito di un’altra proposta progettuale, pena l’inammissibilità delle proposte ulteriori pervenute, fermo restando che le due proposte progettuali presentate dovranno coinvolgere destinatari diversi frequentanti l’istituzione formativa.

Al fine di garantire una maggiore diffusione dell’iniziativa e agevolare la più ampia partecipazione della platea dei destinatari, è consentito attraverso una manifestazione di interesse, la partecipazione nella realizzazione del progetto di istituzioni pubbliche o imprese del territorio con la finalità di prevedere momenti di confronto sulle opportunità occupazionali e formative.

Risorse finanziarie e dimensione del singolo progetto

L’intervento è finanziato, nell’ambito del PR FSE+ 2021-2027, attraverso la Priorità “Giovani” Obiettivo Specifico f) per un importo pari a € 2.000.000.

La concessione di contributi in favore dei soggetti, aventi i requisiti precedentemente indicati, sarà di importo non superiore al costo complessivo del programma di azioni promozionali.

La tabella sottostante riporta i parametri minimi in termini di numero di colloqui di orientamento e numero di seminari che devono essere realizzati sulla base del finanziamento richiesto.

Numero giornate informative/formative da realizzareNumero minimo colloqui di orientamentoNumero minimo di seminariImporto massimo concedibile
2100410.000,00
4200820.000,00
63001230.000,00
105002050.000,00
157503075.000,00

Tempi di realizzazione degli interventi

Le iniziative devono essere programmate nel periodo ricompreso tra il 1° settembre 2022 e il 30 dicembre 2022 e comunque partire dalla data di notifica di approvazione del finanziamento che avviene tramite PEC da parte dell’Area attuazione degli interventi della Direzione regionale Istruzione, Formazione e Politiche per l’Occupazione.

Scadenza dei termini per la presentazione delle proposte progettuali

Le proposte potranno essere presentate dalle ore 09:30 del giorno 27 giugno 2022 ad accesso continuo con finanziamento “on demand” fino all’esaurimento dei fondi.

A tal riguardo, sarà cura dell’Amministrazione comunicare la chiusura della procedura.

Le proposte progettuali devono essere presentate esclusivamente attraverso la procedura telematica accessibile dal sito http://www.regione.lazio.it/sigem.

La procedura telematica è disponibile in un’area riservata del sito, accessibile previa registrazione del soggetto proponente e successivo rilascio delle credenziali di accesso (nome utente e password).

Responsabile del procedimento e assistenza durante l’elaborazione delle proposte progettuali.

Ai sensi della L. 241/90 e s.m.i., il responsabile unico del procedimento è il Dott. Paolo Giuntarelli, Dirigente dell’Area Predisposizione degli Interventi della Direzione regionale Istruzione, Formazione e Politiche per l’Occupazione.

Per fornire assistenza e supporto anche in fase di presentazione delle proposte è possibile rivolgersi al seguente indirizzo di posta elettronica a partire dal giorno di pubblicazione del presente Avviso e fino alla scadenza dello stesso: orientare2022@regione.lazio.it.

DOCUMENTAZIONE https://www.regione.lazio.it/notizie/formazione/avviso-pubblico-orientare-realizzazione-eventi-orientamento-formativi-per-studenti