È stato approvato, con Determinazione n. G02831 del 2 marzo 2023, l’avviso pubblico per la presentazione delle domande di sostegno per le attività di riconversione e ristrutturazione dei vigneti nell’ambito dell’sostegno al settore vitivinicolo.

L’avviso consente a tutte le imprese agricole che operano nel settore vitivinicolo di poter usufruire del sostegno pubblico per gli interventi di riconversione varietale, ristrutturazione e miglioramento delle tecniche di gestione dei vigneti per la campagna 2023/2024.

Come stabilito dalle Istruzioni operative di Agea OP n. 11 del 08 febbraio 2023 e dall’avviso pubblico regionale, le domande dovranno essere presentate, utilizzando il portale del Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN) , entro il 31 marzo 2023 e perfezionate con tutta la documentazione tecnica, da presentare alle Aree Decentrate Agricoltura della Regione Lazio competenti per territorio, entro il termine massimo delle ore 23.59 del decimo giorno solare (10 giorni naturali e consecutivi) successivo al termine di scadenza previsto per la presentazione della domanda di sostegno.

I produttori interessati all’aiuto per la ristrutturazione e riconversione vigneti devono costituire o aggiornare il proprio fascicolo aziendale e lo schedario viticolo presso l’Organismo pagatore in relazione alla residenza del richiedente, se persona fisica, ovvero alla sede legale, se persona giuridica.

Ai beneficiari il sostegno pubblico riconosce fino al 50% dei costi effettivamente sostenuti per l’intervento di ristrutturazione o riconversione fino ad un contributo massimo di 16.000 €/ha, incrementato a 22.000 €/ha per gli interventi realizzati nelle isole pontine, al quale può aggiungersi un ulteriore aiuto per le perdite di reddito, fino ad un massimo di 3.000 €/ha, per il caso di attività di estirpo e reimpianto

Il richiedente, all’atto della presentazione della domanda di sostegno, dovrà dichiarare la modalità scelta per l’erogazione dell’aiuto: pagamento a collaudo dei lavori nell’annualità 2024 o il pagamento anticipato, previa presentazione di una garanzia fideiussoria per la liquidazione dell’80% del contributo finanziato entro la stessa annualità 2024.

Per le domande a collaudo lavori, la presentazione della domanda di saldo per fine lavori è prevista entro il 20 giugno 2024.

Per le domande con pagamento anticipato, la domanda di saldo è stabilita, a seconda del cronoprogramma in domanda, al 20 giugno 2024, oppure al 20 giugno 2025, oppure al 20 giugno 2026.

Documentazione di riferimento