Sostenere iniziative di spettacolo dal vivo a carattere amatoriale tese a garantire un’equilibrata e qualificata distribuzione dell’offerta culturale di spettacolo dal vivo nel territorio regionale, valorizzandone le eccellenze, anche in considerazione del ruolo rilevante e del valore delle pratiche artistiche non professionistiche nella funzione ricreativa ed aggregativa, quali fattori di stimolo alla crescita socio-culturale delle comunità ed all’inclusione sociale.

È questa la finalità dell’avviso pubblico destinato esclusivamente i soggetti iscritti al Albo Regionale delle bande musicali e dei gruppi corali, coreutici e teatrali amatoriali per il periodo compreso tra il 6 luglio 2021 e il 6 luglio 2024 e che abbiano mantenuto i requisiti generali e specifici di sezione richiesti per l’ammissione all’Albo di cui all’articolo 4 commi 1 e 2 della D.G.R. n. 749/2016. 

I soggetti beneficiari devono presentare un progetto che preveda lo svolgimento di un programma di attività musicali bandistiche/corali/coreutiche/teatrali amatoriali con riguardo unicamente alle rispettive sezioni di iscrizione all’Albo a pena di esclusione.

I progetti devono perseguire le finalità e gli obiettivi indicati all’articolo 2 del presente avviso e devono riguardare: 

  • l’ideazione/produzione e l’organizzazione da parte del soggetto proponente esclusivamente nel territorio della Regione Lazio di iniziative indicate alle seguenti lettere a-g;
  • la partecipazione ad eventi relativi alle tipologie indicate alle seguenti lettere a-g, realizzati da soggetti diversi dal proponente esclusivamente nel territorio regionale e/o nazionale, consentita unicamente in subordine al programma complessivo di attività da proporre indicato nel precedente punto 1, pena l’inammissibilità:
    • concerti (unicamente per i soggetti iscritti alle sezioni bande musicali e gruppi corali dell’Albo);
    • spettacoli teatrali (unicamente per i soggetti iscritti alla sezione gruppi teatrali dell’Albo);
    • spettacoli coreutici (unicamente per i soggetti iscritti alla sezione gruppi coreutici dell’Albo), ad esclusione, ai sensi dell’articolo 8 comma 4 della D.G.R. 749/2016, delle rievocazioni storiche iscritte all’Albo regionale di cui alla Determinazione dirigenziale n. G10600/2021 pubblicata sul B.U.R. n. 91 suppl. 1/2021;
    • Festival e rassegne, ad esclusione di quelli iscritti all’Albo regionale dei festival del folklore di cui alla determinazione n. G10589/2021 pubblicata sul BUR n. 89 suppl. 1/2021;
    • raduni e scambi culturali;
    • concorsi;
    • attività didattico-formative da realizzare esclusivamente in collaborazione con istituti scolastici e/o volte a favorire la promozione umana e l’integrazione sociale di persone svantaggiate.

Per ciascun ambito progettuale sopra menzionato saranno comunque favorite le iniziative e gli eventi realizzati in zone svantaggiate del territorio regionale, quelle indirizzate al coinvolgimento del pubblico giovanile ed all’integrazione sociale di persone svantaggiate anche incentivandone la partecipazione attiva con la valorizzazione della loro presenza nei gruppi amatoriali.

Sono ammissibili a contributo le seguenti tipologie di spesa (direttamente imputabili al programma di attività, direttamente sostenute dal soggetto assegnatario del contributo, riferite all’arco temporale del programma), nel rispetto dei massimali rispettivamente indicati:

A. Spese generali fino ad un massimo del 20% delle spese ammissibili, articolate in:

  • affitto uffici (ammissibili solo se accompagnate da copia del relativo contratto registrato a norma di legge e dalle ricevute di pagamento);
  • utenze (uffici);
  • pulizie (uffici);
  • materiali di consumo;
  • assicurazioni.
  • gestione amministrativa Tali spese dovranno essere imputate per la quota parte riferibile al progetto. 

B. Costi di produzione articolati in:

  • compenso/indennità di trasferta/rimborso spese per direttore artistico.  Per direttore artistico si intende: il Maestro per le Bande musicali, la figura direttiva che abbia svolto l’attività corale/coreutica/teatrale per almeno un quinquennio o in possesso dei diplomi accademici di primo livello di Conservatorio o di Accademia, così come previsto dall’articolo 4, comma 2 della D.G.R. n. 749/2016.
  • Compensi/ indennità di trasferta/rimborsi spese per collaboratori tecnici. Per collaboratori tecnici si intendono quei soggetti che, insieme al direttore artistico, prendono parte direttamente alle manifestazioni artistiche e musicali, offrendo contributi afferenti alla tecnica delle manifestazioni stesse (es. scenografi, costumisti, addetti trasporto, montaggio, smontaggio, facchinaggio, allestimento ecc.).
  • rimborsi spese ai componenti dell’organico del gruppo amatoriale;
  • viaggi, trasporto, vitto, alloggio per trasferte dei componenti dell’organico del gruppo amatoriale effettuate fuori del Comune di appartenenza, sostenuti direttamente dal soggetto assegnatario del contributo;
  • rimborso spese per accompagnamento strumentale dei gruppi amatoriali;
  • compensi/rimborsi spese per artisti ospiti;
  • svolgimento attività didattico-formative rivolte ad Istituti scolastici e/o persone svantaggiate;
  • premi;
  • affitto spazi per prove/spettacoli;
  • utenze (spazi per prove/spettacoli);
  • pulizie spazi (per prove/spettacoli);
  • noleggio per scenografie, costumi, strumenti ecc.;
  • noleggio strumentazione tecnica: audio, luci, video (service);
  • partiture di bande musicali e gruppi corali;
  • solo per la sezione bande musicali: strumenti musicali (ammortamento sull’acquisto). Nel dettaglio è possibile imputare la quota parte delle competenze di ammortamento relative esclusivamente agli strumenti musicali acquistati dal giorno successivo alla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio del presente avviso, sino alla data di conclusione delle attività inerenti il progetto e per gli strumenti di valore unitario imputabile inferiore o uguale ad € 516,16. E’ ammissibile l’ammortamento dell’importo, parametrato sulla base del periodo di competenza (mesi di utilizzo/12); 
  • SIAE;
  • vigili del fuoco. I costi relativi alle voci “Rimborsi” sopra indicate sono ammessi unicamente nella modalità “a piè di lista”, che comporta la presentazione di una dettagliata nota spese di rimborso dei costi sostenuti accompagnata dai relativi titoli giustificativi.

C. Costi di promozione e comunicazione fino ad un massimo del 15% delle spese ammissibili, articolati in:

  • grafica, stampe, distribuzione, affissione locandine, manifesti ecc.;
  • ufficio stampa;
  • riprese video, registrazioni audio, servizi fotografici;
  • altre forme di pubblicità.

È escluso l’acquisto di beni ammortizzabili (a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo: divise, costumi di scena, strumenti informatici e tecnologici, strumenti musicali ad eccezione di quanto sopra indicato per la sezione bande musicali). Sono ammissibili a contributo esclusivamente i costi sostenuti a partire dal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio e fino al 31 luglio 2025, come indicato all’articolo 4 del presente avviso pubblico.

Ai sensi di quanto disposto dalla D.G.R. n. 311/2024, le risorse a disposizione per gli interventi previsti dal presente avviso sono complessivamente pari ad € 150.000,00 così articolate: 

  • € 50.000,00 esercizio finanziario 2024
  • € 100.000,00 esercizio finanziario 2025.

Le risorse sopra menzionate sono ripartite nelle quattro sezioni dell’Albo come riportato di seguito, in considerazione del numero dei soggetti effettivamente iscritti:

  • Bande musicali € 84.000,00
  • Gruppi corali € 45.000,00 
  • Gruppi coreutici € 9.000,00
  • Gruppi teatrali € 12.000,00

La domanda di contributo, sottoscritta dal legale rappresentante dell’organismo richiedente e completa della documentazione allegata deve essere inviata obbligatoriamente ed esclusivamente mediante posta elettronica certificata (PEC) al seguente indirizzo: spettacolodalvivo@regione.lazio.legalmail.it, indicando in oggetto “Avviso pubblico per il sostegno ad iniziative di spettacolo dal vivo a carattere amatoriale svolte da bande musicali, gruppi corali, coreutici e teatrali iscritti all’Albo regionale di cui alla Determinazione n. G08691/2021, in attuazione della L.R. n. 15/2014 art. 3 comma 2, lettera m) e della D.G.R. n. 749/2016 , artt. 7-8 – Annualità 2024-2025”, entro le ore 23.59 del 4 luglio 2024.

È ammessa la presentazione di una sola domanda per ciascun soggetto. Nel caso di presentazione di più domande verrà presa in considerazione esclusivamente l’ultima domanda presentata.  La domanda e la documentazione allegata devono essere compilate utilizzando esclusivamente gli appositi moduli allegati al presente avviso.

Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio e, ove ricadente di sabato o in giorno festivo, è prorogato al primo giorno lavorativo utile. Fanno fede la data e l’orario di spedizione risultanti dal dettaglio del sistema della PEC regionale; l’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.

Le domande ammesse a valutazione saranno esaminate da una Commissione sulla base dei punteggi e dei criteri indicati dal presente avviso. La Commissioni di valutazione, all’esito dei lavori svolti, predispongono le graduatorie delle domande valutate per ogni sezione dell’Albo, con l’indicazione dei punteggi assegnati e del contributo richiesto.

Il sostegno regionale non può essere superiore all’importo di € 3.000,00, non può superare l’80% dei costi ammissibili e in nessun caso eccedere il pareggio di bilancio.

L’elenco delle domande inammissibili e le graduatorie delle domande ammissibili per ciascuna sezione dell’Albo saranno pubblicate sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio e sul sito istituzionale della Regione Lazio all’indirizzo www.regione.lazio.it, argomento cultura. Tale pubblicazione ha valore di notifica per gli interessati a tutti gli effetti di legge.

Contatti

La struttura responsabile del procedimento è la Direzione regionale cultura, politiche giovanili e della famiglia, pari opportunità, servizio civile- Area spettacolo dal vivo Il responsabile del procedimento è il Dott. Maurizio Todini mtodini@regione.lazio.it.

Documentazione di riferimento